...negli ultimi sessantaquattro mesi siamo stati visitati da 124 paesi diversi, gli ultimi ? ...Libano, Uzbekistan, Nicaragua, Kirghizistan... ...qui trovate il nostro viaggio in IRLANDA...clikka qui !!!

venerdì 30 novembre 2018

...I am the "Only and One" Rebecca !!!

...ciao fans di tutto il mondo !!!
...buon weekend a tutti voi !!!

...alla scoperta della bellissima Oaxaca !!!

...(1 Ago) Dopo una colazione non entusiasmante al "Tiatere", usciamo per una bella passeggiata per Oaxaca. Visitiamo la chiesa di Santo Domingo che è davvero bella. La sua costruzione (fine XVI secolo, inizi XVII) coinvolse i migliori artigiani di Puebla. Ha una facciata barocca, ma anche l’interno merita una visita.
Riprendiamo la nostra passeggiata e dopo un pò ci fermiamo per un caffè in una galleria di artigianato locale.
Davvero bella questa galleria che ospita tantissimi "alebrijes", animali in legno intagliati e colorati di colori vivacissimi. Questi si trovano un pò ovunque in tutto il Messico, alcuni sono anche a buon mercato, altri hanno prezzi esorbitanti, a seconda del pregio dell’opera e dell’intagliatore. Per i messicani gli "alebrijes" sono animali totemici, del loro folklore, che incarnano lo spirito guida, una sorta di angelo custode o demone benevolo che assiste la vita di una persona portando iscritto il destino.
Quindi ne vediamo di bellissimi ma carissimi. C’è anche una parte dedicata alle ceramiche. Sembra di stare in un museo, in realtà è un caffè galleria davvero particolare.
Ci sposiamo poi allo "Zocalo", dove si trova anche la cattedrale di "Nostra Signora de la Assuncion".
Girovaghiamo nella piazza che pullula di gente, compriamo dei pettini decorati da una signora. Poi, rimango colpita da alcuni ritratti che dei ragazzi fanno per strada ai turisti e così chiedo a mamma e papà di potermene far fare uno !!!

giovedì 29 novembre 2018

mercoledì 28 novembre 2018

...quando passerà il dolore alla schiena ???

...dai nonna Cia, vogliamo vederti stare meglio !!!

...Puebla ti porteremo sempre nel cuore !!!

...Puebla, ti porteremo sempre nel nostro cuore !!!
...non scorderemo mai le tue stradine ed i tuoi sapori tra le tue "infinite" casette colorate !!!

...pà, lo prendi o no questo iphone nuovo ???

...ma stai aspettando l'arrivo dell'iphone XXXII ???
...o forse aspetti che te lo regali qualcuno per Natale, ah ah ah !!!

martedì 27 novembre 2018

...quel giorno tra Puebla ed Oaxaca !!!

Torniamo e visitiamo la "Capilla del Rosario" nella chiesa di Santo Domingo. Essa è considerata la massima espressione del barocco messicano. Risale al XVII secolo ed è molto visitata dai messicani. Ricchissima di decorazioni e simbologia, merita una visita.
Passiamo ancora per il "Barrio dell’Artista" finché giungiamo a "Casa Reyna" dove mangiamo un ottimo pranzetto messicano.
Arriva anche l’ora di salutare Puebla. Ci rechiamo alla stazione degli autobus dove prendiamo un pullman ADO (categorie superior, che io adoro da subito) super comodo per fare le nostre cinque ore verso Oaxaca.
Mentre percorriamo le vie di Puebla col pullman la salutiamo già con nostalgia. Ci è piaciuta davvero tanto !!!
Le cinque ore scorrono via veloci su questo bus super comodo, intrattenuti da film ed un pò di pennichella.
Arriviamo ad Oaxaca alle 19:40, prendiamo un taxi che ci porta al nostro hotel, "Casa di Tiatere". Il posto non ci sembra un granché e in effetti non lo è. Ed è pure caro rispetto all'offerta media di questi posti.
Lasciati i bagagli facciamo il solito giro perlustrativo per la cittadina. Il centro storico è a due passi e Oaxaca ci sembra subito molto bella e molto vivace. C’è un sacco di gente in giro, messicani e turisti. Notiamo i tantissimi locali e come sempre le casette colorate ovunque.
Ceniamo che sono ormai le 22:00. Siamo un pò storditi e stanchi. Ci fermiamo in un locale che ci ispira, "l'Expedition Tradicion", davvero un ottimo locale dove si mangia e si beve ottimamente. Anche il Mezcal !!!
Piove a dirotto quando usciamo dal locale e ci dirigiamo correndo nel nostro hotel dove mamma e papà non rinunciano alla loro solita fumatina...

...cappellino da "mercatini di Natale" !!!

...quel cappellino con quelle due "speciali" orecchie, dovevo prenderlo ai mercatini di Natale di Torino in piazza Castello !!!

lunedì 26 novembre 2018

...abbiamo ancora molto da pubblicare !!!

...le foto sono sui blocchi !!!
...il racconto messicano aspetta di essere terminato !!!

...Rebecca, Wanted Dead or Alive !!!

...Rebecca dove seiiii ???
...stamattina al risveglio non eri con noi !!!

venerdì 23 novembre 2018

...ed ora, ciao fans di tutto il mondo !!!

...vivi una buona, onorevole vita, in modo che quando ci ripenserai da vecchio, potrai godertela una seconda volta !!!
Dalai Lama
...a voi tutti fans e visitatori di passaggio: buon weekend !!!

..Nostra Senora de los Remedios a Cholula !!!

Ci cimentiamo in una bella salita perché sulla sommità della piramide, si staglia la bella chiesa di "Nostra Senora de los Remedios". Da qui c’è un bellissimo panorama oltre che il santuario da visitare. Dietro la chiesa si erge maestoso il vulcano "Popocatepetl". Da qui ci si capisce che Cholula ha molto altro da offrire, ma purtroppo noi non abbiamo tempo per visitare anche la cittadina.
Prima di salire avevamo assaggiato un bel frullato di mango, ora assaggiamo anche un frullato al cocco. Inutile dire che questi sapori sono unici !!!

...San Pedro Cholula e la sua piramide !!!

...(31 Lug) Stamattina dopo colazione prendiamo un Uber per recarci a Chalula dove si trova la piramide più alta del mondo !!!
Arriviamo al sito ed andiamo al piccolo museo adiacente per vedere come era in origine la struttura della piramide. Misura 500 mt. per lato ed è alta 64 mt. La base è quattro volte più grande della piramide di Giza. Tradizionalmente è considerata dedicata al serpente piumato.
La piramide oggi appare come una collinetta naturale ricoperta d’erba, suddivisa in quattro gradoni, ma in origine aveva 365 gradini come molte altre piramidi, per simboleggiare i giorni dell’anno.
Gli archeologi ipotizzano la sua costruzione al 300 a.C. Ma più che l’esterno, che è molto da immaginare, ci colpisce la visita sotterranea. Un tour negli stretti cunicoli sotterranei ci porta nel cuore della piramide più antica e qui ci divertiamo a farci foto.
La visita all’esterno è breve e come dicevo non ci strappa il cuore, come la vista di altri siti.

giovedì 22 novembre 2018

...la sensazione di quando ti abbraccio !!!

...è davvero indescrivibile. Sei leggerezza, freschezza, forza e calore. Sei l'abbraccio di tua madre, di mio fratello, di mio padre...
...ti amo tanto piccolina. Tuo papà !!!

...una campionessa mondiale di selfie !!!

...sono praticamente imbattibile, ah ah ah !!!
...papà, parlo anche con te, ah ah ah ah ah !!!

mercoledì 21 novembre 2018

...piccola Puebla, sei davvero bellissima !!!

Tornati dal nostro giro andiamo a vedere la cattedrale in tipico stile barocco e coloniale. All'interno si trova la famosa "Capilla de la Virgen del Rosario". Dopo le foto di rito ci rendiamo conto di essere affamati. Litighiamo sul posto dove mangiare ed alla fine mangiamo in un posto "consigliato" ma che non ci soddisfa affatto.
Torniamo in albergo per un riposino, in realtà puntiamo alla piscina che è davvero bella e lì trascorriamo un'oretta tra bagni, idromassaggi e narghilè.
Usciamo ritemprarti dal momento di relax e ci rechiamo al "Barrio dell’Artista", una via in cui diversi artisti espongono quadri, ma sono quasi in chiusura, ma noi ne approfittiamo per farci un pò di foto (quando mai !!!)
Stasera non vogliamo sbagliare per la cena e ci richiamo allo "Zocalo" dove scegliamo un posto che ci ispira con un'ottima vista sulla piazza. Il ristorante si chiama "Mi Viejo Publito" e qui assaggiamo il vero ed unico "Chili en Nogada", un piatto tipico di questo posto.
In realtà questo piatto è solo per mamma e papà. Io mi butto sulla grigliata. Il "Chili en Nogada" è un piatto nazionale del Messico servito per festeggiare l’indipendenza dalla Spagna. Il piatto nasce proprio a Puebla e i suoi colori, bianco, verde e rosso sono quelli della bandiera. Un peperone verde (chili) ripieno di carne di maiale e frutta, accompagnato da salsa di noci (Nogada) e melograno.
Dopo averlo gustato, prendiamo il primo "Mezcal" del nostro viaggio. Davvero buono !!!
Torniamo a "Casa Reyna" soddisfatti e subito a nanna nella nostra bellissima camera.
Avevo dimenticato che la sera prima sul tetto ci siamo cimentati in una sfida di corsa io, mamma e papà. Classifica: Primo papà, seconda io ed ultima la mamma, ahime !!!

...siamo "collezionisti di tappi metallici" !!!

...siamo ormai a trecentoottanta tappi !!!
...un grazie enorme a tutti i nostri "fornitori", ah ah ah !!!

martedì 20 novembre 2018

lunedì 19 novembre 2018

...avrò un futuro da viaggiatrice ???

...diciamo che sono già ben "impostata" !!!
...mamma e papà mi hanno fatto davvero girare mezzo mondo !!!
...e adesso arriva una nuova meta, ma ve la svelerò solo più avanti. Sorpresaaaaa !!!

...Scream 2 in Tv: che pauraaaaaa !!!

...sono una fifona (come mamma). A fine film sono andato a dormire con papà, ah ah ah !!!

venerdì 16 novembre 2018

..ogni giorno quel viso sparisce sempre più..

...quel viso da bimba sparisce ogni giorno di più !!!
...mi avevi promesso che non saresti cresciuta !!!
...a voi tutti fans e visitatori di passaggio: buon weekend !!!

...Puebla per sempre nel nostro cuore !!!

Arriviamo sulla parte alta di Puebla e qui si trova il "Fuerte de Loreto" che fu teatro di scontri tra l’esercito francese e i cittadini messicani che nella famosa battaglia del 5 maggio 1862 ne contrastarono l’invasione. L'orgoglio della popolazione ebbe la meglio sugli imperialisti e passò alla storia. Furono poi sconfitti successivamente, ma per loro quell'episodio è rimasto nel cuore per l’unità nazionale e ogni anno lo celebrano con feste.
Da quassù si intravedono anche vulcani che fanno da cornice a Puebla.

...Puebla sei davvero meravigliosa !!!

...(30 Lug) Dopo una buona colazione continentale usciamo per il vero giro per Puebla. Riconfermo le sensazioni della sera precedente. Ci soffermiamo a fare delle belle foto vicino alle casette e ai negozietti.
Arriviamo nella piazza dello "Zocalo" e decidiamo di salire sul bus panoramico per fare un giro per la città per renderci conto anche dall’alto quanto sia affascinante. In effetti il giro si rivela un’ottima scelta.
Puebla è chiamata anche città degli angeli. I colori vivi ti colpiscono ad ogni angolo. Ma non solo quello, le chiese barocche sono tante, i mosaici, le ceramiche, i mercati e i palazzi coloniali.

giovedì 15 novembre 2018

mercoledì 14 novembre 2018

...arrivo in serata nella bellissima Puebla !!!

Usciti dal sito andiamo alla ricerca di un posto per mangiare. La "Gauta" è occupato, un posto che ci aveva consigliato Maurice. Incappiamo allora in una trappola per turisti. Ma assaggiata le prima cosa fuggiamo !!!
Torniamo a casa Azul per recuperare i bagagli. Ringraziamo Maurice per l’ospitalità ed ovviamente torniamo alla "Taqueria Arte" per chiudere con il vero cibo messicano !!!
Salutiamo dispiaciuti anche questo posticino e Guglielmo ci accompagna alla stazione dei pullman. Qui prendiamo un ottimo bus direzione Puebla. Il pullman è confortevole e le due ore passano tranquillamente. Partiamo alle 17:20...
Arrivati a Puebla un taxi ci porta al nostro albergo "Hotel Casa Reyna", un posto da favola. Pensare che questo albergo è costato molto poco ed è davvero bellissimo !!!
Lasciati i bagagli, ci avviamo per un giro perlustrativo della cittadina. Da subito ci colpisce Puebla per le sue casette coloratissime in tipico stile coloniale e le viuzze acciottolate. Ma non abbiamo ancora visto lo "Zocalo", il centro nevralgico e pulsante. Mamma chiede ad un signore la direzione, perché io e papà stavamo già cedendo alla stanchezza. Si apre davanti nostri occhi una bellissima piazza con tutti gli edifici intorno, i portici, il giardino al centro e ovviamente la gente che pullula nei locali.
Di colpo ci passa la stanchezza e decidiamo di "cedere" ad un ottimo gelato cocco-mango squisito !!!
Facciamo ancora una passeggiatina e poi torniamo in albergo. Mamma e papà decidono di andare sul tetto dell’hotel da cui si gode una vista bellissima sulla cittadina e i suoi campanili. Davvero un narghilè romantico !!!