...negli ultimi sessantaquattro mesi siamo stati visitati da 123 paesi diversi, gli ultimi ? ...Uzbekistan, Nicaragua, Kirghizistan, Angola... ...qui trovate il nostro viaggio in IRLANDA...clikka qui !!!

giovedì 21 settembre 2017

...snorkeling intorno all'isola di Ko Tao !!!

In uno dei punti del punti dello snorkeling in cui scendiamo, ci capita una cosa davvero particolare. Mentre io e papà stiamo tornando alla barca perché stanchi, intravedo la sagoma di uno squalo di barriera è così velocemente risaliamo in preda allo sgomento e all'eccitazione. Mamma purtroppo non avrà la fortuna o sfortuna di vederlo.
Tornati a bordo troviamo Tony indaffarato a fare ripartire la barca... La barca però non parte proprio !!! Ma Tony ha la soluzione e così si riparte. Da lì in avanti il mutismo di Tony si trasforma in un esilarante monologo in cui attacca a raccontare tutte le "sfighe" che gli sono capitate con la barca precedente e la casa che "si è fatto da solo guardando i tutorial". Noi lo guardiamo sgomenti, in un attimo si è trasformato da "muto capitano" in una "macchietta da cabaret". Sparla dell'inefficienza nel lavoro dei thailandesi...etc...etc, insomma un fiume in piena. Meno male che noi abbiamo da fare il nostro snorkeling.
E comunque il mare è davvero bello e un pò ci dispiace non poter fare una bella immersione.
L'ultima tappa dell'isola è a Nang Yuang che è molto conosciuta e fotografata perché è caratterizzato da un lembo di spiaggia che unisce due isolotti. Tutto intorno circondato da un mare molto bello e da una vegetazione lussureggiante. Peccato non potersi veramente godere questo posto spettacolare, perché purtroppo è preso d'assalto da orde di turisti e imbarcazioni. Anche la barriera davanti che solitamente è nota per la visibilità e bellezza è intorbidita da una quantità enorme di subacquei. E così vediamo a malapena i famosi "Japanese Garden".
Mamma e papà salgono in cima ad una collinetta, anche questa piena di turisti per vedere bene il paesaggio che è sicuramente degno di attenzione. Io rimango giù per godermi il mare.
Rientriamo sulla nostra barca e via verso la base. Salutiamo Tony, che come guida lascia molto a desiderare, ma che ci ha fatto divertire.

Nessun commento:

Posta un commento